Aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00
Torna a tutti i post

“E l’altra metà serberò io”

I segnali di riconoscimento dell’Ospedale degli Innocenti

L’Archivio storico degli Innocenti custodisce oltre quarantamila segnali di riconoscimento degli esposti, quei piccoli oggetti indossati da bambini e bambine al momento del loro arrivo nell’antico Ospedale dove erano lasciati con l’intento di assicurarne la sopravvivenza.

La presenza dei segnali è documentata sin dai primi registri del Quattrocento, quando l’usanza di abbandonare i bambini con «contrassegni» beneauguranti acquisì agli Innocenti una finalità amministrativa fondamentale. Nei secoli dell’abbandono anonimo, infatti, tali elementi andavano a rappresentare per i Nocentini (i piccoli ospiti della struttura) la sola prova tangibile delle loro origini e una sorta di “documento di identità” necessario al futuro riconoscimento da parte dei genitori. Per questo motivo erano spesso oggetti spezzati, o doppi, facilmente riscontrabili con le metà serbate nel frattempo dalle famiglie.

I segnali a noi pervenuti risalgono soprattutto all’Ottocento, quando se ne intraprese la conservazione sistematica riconoscendo il loro valore storico. Un’azione grazie alla quale possiamo oggi apprezzarne la varietà tipologica di oggetti quotidiani, rappresentativi di usi e costumi del passato, comprendenti soprattutto monete e medaglie, accessori votivi come rosari, brevi, medagliette e croci, o di uso generico come monili, bottoni e nastri.

È significativo che, nelle credenze magico-religiose delle campagne, molti di questi oggetti fossero ritenuti benefici, alla stregua di amuleti, e capaci di salvaguardare chi li indossava da pericoli e influssi maligni. Un’accezione simbolica confermata anche dalla presenza più tarda dei segnali quando, terminati gli abbandoni anonimi con l’apertura agli Innocenti dell’Ufficio di Consegna dei bambini nel 1875, le nuove procedure identificative non si avvalgono più di tali elementi. Il loro uso prosegue comunque sino al Novecento, dimostrando le valenze affettive, simboliche e identitarie che li ammantavano.

1 commento

  • Mauro
    4 Novembre 2022

    Farò di tutto per visitarla. Una dei miei antenati è stata nello Spedale degli Innocenti. Grazie infinite!

Aggiungi un tuo commento

Museo degli Innocenti © 2023. All Rights Reserved
Team Redazione / Comunicazione ThePlusPlanet By Cristoforo SC:  Dott.ssa  Stefania Cottiglia

Designed by Sinaptic

Informiamo i visitatori che la mattina di giovedì 18 aprile 2024 il Percorso Arte del Museo degli Innocenti sarà chiuso tra le ore 10.00 e le 11.00 circa per lo svolgimento di un breve intervento allestitivo. Ci scusiamo per eventuali disagi
We inform visitors that on the morning of Thursday, April 18, 2024 the Art Route of the Museo degli Innocenti will be closed between approximately 10 a.m. and 11 a.m. in order to carry out a short installation work. We apologize for any inconvenience
Skip to content