19.04.2018

Il premio della Fondazione Giulio Marchi per il restauro della facciata dell’istituto degli Innocenti. Si è tenuta stamani la cerimonia di premiazione nella sala di Firenze Capitale a Palazzo Vecchio alla presenza del Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Andrea Pessina, dell’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini e dell’architetto Giorgio Caselli, dirigente del Servizio Tecnico delle Belle Arti del Comune di Firenze che hanno fatto parte della commissione artistica della Fondazione Marchi.

Il riconoscimento è stato consegnato dal presidente della Fondazione Giulio Marchi, Massimo Marchi, alla presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida che ha spiegato: “L’Istituto degli Innocenti ha voluto fortemente il recupero della facciata per salvaguardare l’edificio unico di piazza Santissima Annunziata, nato dal genio di Brunelleschi. L’intervento è servito infatti a preservare l’identità dell’Istituto dedicato alla difesa dei bambini ieri come oggi, un ente vivo e attivo da 600 anni”.

La Fondazione Giulio Marchi ha lo scopo di elargire periodicamente uno o più premi per il migliore o i migliori restauri, principalmente esterni, e se interni purché visibili al pubblico, delle case, palazzi e ville. Gli altri restauri ritenuti meritevoli nella valutazione del 2017 sono stati anche il restauro delle decorazioni murarie della sezione giapponese del Museo Stibbert e la riqualificazione urbana della piazzetta dei Tre Re eseguita dagli Angeli del Bello.

“I progetti selezionati raccontano tre aspetti di Firenze – ha detto l’assessore Bettarini – la storia della città legata all’Istituto degli Innocenti, quella dell’apertura ad altri mondi testimoniata dal museo Stibbert e quella del recupero di piccoli luoghi abbandonati in una collaborazione ben riuscita con l’ente pubblico”.